Valutazioni in seguito al consiglio comunale del 26/10

Come anticipato nel precedente post, la nostra lista civica ha ritenuto fosse necessaria una attenta rilettura del verbale relativo al consiglio comunale del 26-10.

Le pesanti affermazioni del capogruppo di maggioranza in merito alla questione del nuovo asilo, mettono in forte discussione la bontà del lavoro svolto nella precedente amministrazione, facente capo alla nostra lista e per questo consapevole delle proprie responsabilità. La proposta d’istituire una commissione d’inchiesta ci è sembrata quindi la via migliore per approfondire i vari passaggi, contestualizzare le scelte, aiutare a capire se e come uscire da questa situzione di stallo.

In merito invece alla richiesta del nostro capogruppo di destinare i 50000€ derivati dal Bando della regione Lombardia per la promozione dei distretti del commercio, per il completamento del comparto di Costa-Barco, citiamo testualmente la risposta del Sindaco che, a nostro avviso, non ha bisogno di ulteriori commenti: “la videosorveglianza è un’opera molto piu importante rispetto che spendere 50000 euro in quattro mattoni da mettere assieme per il complesso Costa Barco”  “penso che sia molto piu utile garantire questa sicurezza ai cittadini che non andare a buttare via 50000 euro in un’opera”……..

 

commissione inchiesta

 

Consiglio comunale del 26-10-12

DIstrazione

Consiglio comunale del 26-10-12

Leggendo fra le righe dell’ordine del giorno, la prospettiva era d’ assistere ad un consiglio comunale di routine. La realtà è stata ben diversa…

La maggioranza ha ritenuto di non seguire il consiglio che ci eravamo permessi di esprimere nel precedente post. Ed è così che si assiste inaspettatamente alla lettura delle comunicazioni del sindaco relative all’iter seguito per la realizzazione della scuola materna, con tanto di attribuzione di responsabilità di vario genere alla precedente amministrazione. Attendiamo di rileggere la trascrizione ed il verbale prima di procedere con le necessarie prese di posizione.

Si viene inoltre a conoscenza del fatto che il finanziamento di 50.000€ derivato dal Bando della regione Lombardia per la promozione dei distretti del commercio, a suo tempo destinato per la realizzazione di parcheggi e verde pubblico nei pressi della scuola dell’infanzia in costruzione, è invece stato dirottato verso la realizzazione di impianti di videosorveglianza, a contrasto degli episodi di micro-criminalità………. Ma davvero la maggioranza è convinta che questo genere di soluzioni siano risolutive nel contrasto ai succitati episodi, e più in generale nei confronti del disagio giovanile? Davvero si ritiene che nel nostro paese la sicurezza sia così precaria da meritare investimenti di questo tipo, ed un impegno economico di certo non risibile?

Rinnoviamo nuovamente il nostro invito a non trasformare il consiglio comunale in una tribuna politica, consapevoli anche del fatto che gli screzi finali con tanto di epiteti mai giustificati, siano una conseguenza del clima poco sereno che anche la maggioranza sta contribuendo a costruire.

Di seguito, infine, l’intervento dei nostri consiglieri in merito alla questione ammanchi della scuola materna, con cui speriamo di chiudere definitivamente questa vicenda:

“I sottoscritti Daniela Dalola e Osvaldo Paderni, consiglieri comunali rappresentanti della lista civica °Obiettivo comune° fanno seguito al lungo ed articolato intervento svolto dal capogruppo di maggioranza, Sig. Fabio Orizio, sul tema della scuola dell’infanzia di Cazzago S.Martino, riportato nel verbale dell’ultimo C. C. per ribadire la posizione ufficiale pubblicata sul sito web della loro lista in data 24 luglio 2012 e che si allega alla presente.

Ribadiscono che le informazioni di cui erano e sono in possesso confermano la correttezza dell’operato dell’ex-sindaco e dell’ex-assessore alla pubblica istruzione negli ambiti amministrativi di loro competenza.

Confermano che l’unico loro interesse è che venga fatta chiarezza e chi ha delle responsabilità ne risponda.

Per questi motivi chiedono formalmente al capogruppo di maggioranza, Sig. Fabio Orizio, nel caso in cui disponga di notizie a loro sconosciute, di rivolgersi direttamente all’autorità giudiziaria.

Nell’ambito di una corretta dialettica politica ritengono infatti che non possano esserci spazi per comportamenti difformi da quelli indicati.”