Le Mafie in Lombardia

arci

IL CIRCOLO ARCI DI CAZZAGO S.M.

 ORGANIZZA, VENERDI’ 16/01/2015,

ALLE ORE 20:30

PRESSO IL CIRCOLO, IN PIAZZA VITTORIO EMANUELE,

UN DIBATTITO PUBBLICO DAL TEMA:

“LE MAFIE IN LOMBARDIA:

LA PRESENZA DELLE MAFIE NELLO SFRUTTAMENTO DEL TERRITORIO”

 INTERVERRANNO:

 ANGELO BERGOMI, responsabile provinciale ambiente PD

GIAN ANTONIO GIRELLI, presidente commissione antimafia                                               regione Lombardia

ARTHUR CRISTIANO, rappresentante rete antimafia Brescia

Modera ANDREA TORNAGO, giornalista di Radio Popolare e                                                     del Corriere della Sera

NON CON I MIEI SOLDI!!

Con amarezza rileviamo che i nostri inviti vengono ignorati… ancora… ed ancora…

Ancora il Sig. Sindaco scambia LA SUA propaganda, con quella che lui stesso definisce come sacrosanta… l’informazione!

Informazione che NON dove essere monodirezionale!

Informazione che, come recita l’art.63 dello statuto comunale, deve assicurare spazio alla rappresentanza delle varie espressioni politiche, culturali, sociali e religiose presenti nel territorio comunale.

Per quale motivo allora si manca di rispetto alle minoranze ed alla precedente amministrazione? Perché si esprimono pareri e si pubblicano nomi senza prevedere un minimo di contraddittorio? Perché viene ignorata la richiesta, più volte formalizzata dai consigli di frazione, di avere uno spazio sul notiziario della giunta così come è stato da sempre garantito nel passato? Perché le leziose risposte date dal Sig. Sindaco sono sempre delle NON risposte?

Forse perché il nostro Sindaco ed i nostri amministratori sono troppo impegnati a darsi della auto-giustificazioni, senza curarsi delle opinioni altrui. Forse perché ancora una volta si scambia la propria interpretazione della “verità” con LA VERITA’.

Non ci stupiamo allora di non essere i soli a far notare al Dott. Mossini che qualcosa non funziona del suo modo di interpretare un ruolo pubblico.

Il segretario generale di Fondazione Cogeme, Alessandra Tabacco,  nella sua risposta alla pubblicazione presente nel notiziario dove risponde alla nostra interpellanza (http://www.bsnews.it/notizia/37824/30_12_2014_Tabacco_contro_il_sindaco_di_Cazzago_ho_lavorato_con_seriet%C3%A0_e_onest%C3%A0_), pur cercando di giustificare l’ingiustificabile valutate le modalità con cui le sono stati attribuiti il ruolo, l’imbarazzante compenso, i risultati inesistenti, la latitanza, centra nel segno almeno in un paio di aspetti:

-> Il suo incarico è stato votato all’unanimità, ed evidentemente non si è chiesto alcun riscontro fino a quando la situazione non è diventata imbarazzante…

-> il notiziario locale dovrebbe “parlare di progetti nuovi, proposte e lungimiranze utili a migliorare la vita dei propri concittadini e della Franciacorta, nell’interesse di tutti, soprattutto in questo periodo di crisi, al posto che sprecare costosa ed inutile carta per denigrare il prossimo”.

Sig. Sindaco… accetti i consigli! E magari, prima di pubblicare i suoi pensieri, li condivida almeno con i gruppi che compongono la sua maggioranza….

http://www.listacivicacazzago.it/?p=790